NEWS

Cyber security, ecco il primo bando del Competence Center Cyber 4.0

29 Aprile 2021

Il Competence Center Cyber 4.0 ha pubblicato il suo primo bando.


Il bando ha valore totale di un milione di euro (con contributo massimo per ogni progetto di duecentomila euro). L’ambito coperto è quello della cyber security, focus specifico di questo competence center, mentre i destinatari sono soprattutto le PMI che vogliano sviluppare progetti di innovazione e puntare sul trasferimento tecnologico.

Le istanze di partecipazione possono già essere presentate, mentre il termine ultimo è il 21 maggio alle ore 14. Sono quattro le aree di interesse individuate e riguardano la cyber security in generale e le declinazioni di queste tecnologie nei settori Spazio, Automotive, E-Health.

 

Gli obiettivi del bando di Cyber 4.0


Il bando del competence center individua alcuni obiettivi prioritari in ambito cyber security:

  • promozione dello sviluppo tecnologico e digitale nel settore industriale, con particolare riguardo alle piccole e medie imprese;

  • favorire il trasferimento di soluzioni tecnologiche e l’innovazione nei processi produttivi e/o nei prodotti e/o nei modelli di business derivanti dallo sviluppo, adozione e diffusione delle tecnologie in ambito 4.0, in coerenza con il quadro degli interventi del Piano Nazionale Impresa 4.0;

  • favorire la collaborazione tra imprese e Cyber 4.0 per l’elaborazione di progetti che rispondano alle esigenze di innovazione e competitività;

  • agevolare lo scambio di conoscenze e competenze tra imprese e tra imprese e organismi di ricerca;

  • favorire le ricadute sul territorio in termini di impatto sociale, economico, ambientale, sul lavoro e sulla competitività del sistema produttivo italiano, aumentando il contenuto tecnico-scientifico di prodotti, processi e/o servizi.


I fondi a disposizione


Le agevolazioni previste vengono fornite “sotto forma di contributi concessi ed erogati alle imprese beneficiarie”, si legge nel bando.

I benefici sono concessi:

  • nella misura massima del 50% delle spese sostenute

  • per un importo non superiore a euro 200.000 per ciascun progetto

  • nel caso un’impresa sia partner di più progetti approvati, il contributo massimo previsto per impresa è comunque pari a 100.000 euro.


La dotazione finanziaria massima resa disponibile da parte dell’Associazione Cyber 4.0 è pari a 1.000.000 di euro. Ogni impresa può presentare, in risposta al presente bando, al massimo due progetti, in forma singola, come capofila o partner in caso di progetti aggregati.

Gli ambiti tematici del bando Cyber 4.0


Come spiegato nel testo del bando, i progetti che possono essere ammessi al finanziamento devono riguardare l’attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale da realizzarsi attraverso l’utilizzo di tecnologie in ambito Impresa 4.0. Le finalità devono essere:

  • La realizzazione di nuovi prodotti o nuovi processi o nuovi servizi o modelli di business e organizzativi;

  • apportare un notevole miglioramento a prodotti esistenti o processi esistenti o servizi, modelli di business e organizzativi.


I progetti dovranno riguardare quattro ambiti temarici specifici.

Come presentare i progetti


I progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, presentati dalle imprese, ammissibili al contributo erogato dal centro di competenza ad alta specializzazione Cyber 4.0, devono prevedere:

  • un piano di intervento concreto, dettagliato in investimenti, costi, tempi;

  • la stima dei benefici economici per l’impresa in termini di riduzione di inefficienze, sprechi e costi, anche in termini di miglioramento della qualità dei processi e dei prodotti;

  • la redazione di un piano finanziario a copertura dei costi del progetto;

  • un livello di maturità tecnologica (Technology Readiness Level, TRL), come definiti nell’allegato 19 alla Decisione della Commissione Europea C(2014)4995, in un intervallo tra TRL 5 e 8 e che comunque raggiunga, al termine delle attività, un livello almeno pari a TRL 7.


Inoltre, la durata del progetto dovrà essere tra i 12 e i 18 mesi, fatta salva la richiesta di eventuali proroghe motivate che saranno valutate dal competence center. È consentita la richiesta di una sola proroga per lo svolgimento delle attività progettuali della durata massima di 6 mesi.

La domanda di presentazione dei progetti deve essere inviata all’indirizzo [email protected] entro e non oltre le ore 14 del 21 maggio 2021.

Il bando completo è disponibile QUI.